Legge di bilancio 2018:ecco come cambia la deducibilità per le schede carburanti

10 gennaio 2018 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Sono tre le principali novità in tema di carburanti contenuti nella Legge di bilancio 2018. Procedendo con ordine tra i commi dell'articolo 1 della Legge 205/2017:

  • per prima cosa il comma 920, modificando l’articolo 22 del DPR 633/72 prevede che gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi IVA, devono essere documentati con la fattura elettronica.
  • Inoltre, modificando l’articolo 164 TUIR il comma 922 ha previsto che le spese per carburante per autotrazione sono deducibili se effettuate esclusivamente mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate.
  • infine al comma 924 viene prevista un’agevolazione per gli esercenti di impianti di distribuzione di carburante. In particolare, a tali soggetti spetta un credito d’imposta al 50% del totale delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate dal 1°luglio 2018 tramite sistemi di pagamento elettronico mediante carte di credito. Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.

Riepilogando:

acquisti di carburante documentati con fattura elettronica
spese per carburanti deducibili solo se effettuate con carte di credito, di debito o prepagate
bonus esercenti impianti di distrubuzione carburante credito al 50% delle commissioni addebitate per le transazioni dal 01.07.2018

 

I commenti sono chiusi