FISCO » Manovre Fiscali » Legge di Stabilità

Sport bonus 2019: ecco cosa prevede la Legge di bilancio

6 novembre 2018 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Sport bonus anche per il 2019. In particolare, l'articolo 47 del DDL di bilancio 2019 prevede che per le erogazioni liberali in denaro effettuate da privati nel corso dell’anno solare 2019 per interventi di

  • manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici
  • realizzazione di nuove strutture

spetta un credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni effettuate anche nel caso in cui le stesse siano destinate a soggetti concessionari o affidatari degli impianti medesimi. I soggetti che effettuano tali erogazioni in denaro non possono cumulare il credito d’imposta con altra agevolazione fiscale prevista da altre disposizioni di legge a fronte delle medesime erogazioni.

Il credito è riconosciuto

  • alle persone fisiche e agli enti non commerciali nei limiti del 20% del reddito imponibile
  • ai soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 10 per mille dei ricavi annui ed è ripartito in 3 quote annuali di pari importo. Per tali soggetti il credito d’imposta è utilizzabile tramite compensazione e non rileva ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP.

Non si applicano i limiti di cui all’articolo 1, comma 53, Legge 244/2007 e di cui all’articolo 34 Legge 388/2000.

In generale, i soggetti beneficiari delle erogazioni liberali devono

  • comunicare all’Ufficio per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri l’ammontare delle somme ricevute e la loro destinazione, dandone pubblicità con mezzi informatici
  • comunicare altresì all’Ufficio per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri lo stato di avanzamento dei lavori, rendicontando l’utilizzo delle somme erogate entro il 30 giugno di ogni anno successivo a quello di erogazione e fino all’ultimazione dei lavori di manutenzione, restauro e realizzazione di nuove strutture.

L’articolo termina chiarendo che le disposizioni applicative saranno individuate da un futuro DpCM di concerto con il MEF da adottarsi entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

I commenti sono chiusi